Temporary Store: una nuova strategia di vendita

Il mondo delle vendite sta cambiando rapidamente negli ultimi anni con l’avvento di tecnologie sempre più innovative e sempre più accessibili alle aziende in tutte le nicchie di mercato. Dinanzi ad un panorama ogni giorno più complesso, in cui il consumatore è pervaso da possibilità infinite, l’esigenza di offrire la soluzione più mirata e contingentata diventa l’obiettivo centrale delle figure sales.

Il cliente è sempre più informato di quello che lo circonda e pretende un servizio migliore, sempre più personalizzato e adatto ai suoi bisogni.

I clienti non si aspettano più di avere rapporti statici con le aziende da cui acquistano. Un sondaggio rappresentativo, condotto da Salesforce nel 2021, ha rilevato che ora l’80% dei clienti considera “l’esperienza offerta da un’azienda tanto importante quanto i prodotti e i servizi”.

Il digitale sta cambiando i comportamenti dei consumatori, che hanno nuove abitudini di consumo e nuove modalità di relazione con i retailer. Anche l’idea di negozio, di punto vendita, viene meno del suo significato originario: lo store del futuro è più vicino di quanto pensiamo ed è il digitale, ancora una volta, ad abilitare questa nuova idea di commercio al dettaglio.  Per questo occorre cogliere le opportunità offerte dall’innovazione, offrendo esperienze d’acquisto basate sulla comprensione degli interessi e dei valori dei consumatori.

Cambiamenti nel mondo del Retail

Innovazione Digitale nel Retail, oggi vuol dire essenzialmente 4 cose:

  • Riprogettazione del punto vendita – allo store tradizionale si affiancano nuovi concept, integrati completamente con l’online;
  • Esperienza fluida e “omni-experience” – il digitale estende lo spazio (fisico e virtuale) e prolunga il tempo (prima e dopo la visita) dell’interazione con il visitatore, si offre al cliente un’esperienza fluida non solo di contatto con i prodotti, ma anche di relazione con qualcuno con cui condivide interessi, passioni ed esperienze di vita;
  • Da “visitare” a “stare” – il negozio non più concepito come luogo da visitare bensì come un luogo dove “vivere” esperienze sempre più ricche dal punto di vista relazionale e personale, come eventi e attività;
  • Sorprendere il cliente tramite l’estetica del punto vendita – lo store tradizionale e classico deve lasciare spazio ad un luogo dinamico, innovativo ed esteticamente d’impatto per il cliente.

Temporary store: nuova strategia di vendita

Si comprende quanto sia necessario, per aziende e brand, adattarsi ai cambiamenti del retail e  modificare la tradizionale idea di punto vendita. Una soluzione, che è la perfetta sintesi dei punti sopra elencati, è quella di inserirsi all’interno di un luogo scelto con un Temporay Store.

L’apertura di un Temporary store rappresenta per un’azienda una valida alternativa ai classici negozi fisici, contribuendo all’aumento dell’engagement e della brand awareness. La loro durata è temporanea e scelta in base alle esigenze del brand.

Gli esperti di marketing hanno definito i temporary store come delle campagne promozionali che si autofinanziano attraverso la vendita dei prodotti stessi. Questo tipo di realtà di vendita temporanea rappresentano la risposta concreta ad un mercato sempre più precario, provvisorio e mutevole. Si tratta di una strategia di vendita nata con l’obiettivo di testare la reazione dei consumatori nei confronti di nuovi prodotti, per saggiarne potenzialità e mercato.

Il punto di forza di questa strategia sta proprio nella loro breve durata, in quanto crea aspettativa nei clienti, contribuisce ad un repentino aumento delle vendite e accresce l’interesse pubblico nei confronti del brand.

Il concetto è estremamente innovativo, specie se si pensa ai classici canoni della vendita al dettaglio a cui il mercato era abituato. Il temporary è in grado di riprogettare un punto vendita in quanto si dissocia dall’idea dello Store classico bensì incarna nuovi concept unendo un evento temporaneo ed effimero ad un messaggio duraturo che vuole superare la prova del tempo. Un compito arduo, ma che con i giusti accorgimenti ha il potenziale per diventare un pilastro del marketing e della comunicazione contemporanei.

Il temporary- Store permetterebbe al retailer di essere più rilevante per i clienti, coinvolgendoli in un’esperienza d’acquisto basata sull’istantaneità e l’innovazione motivandoli non solo all’acquisto, ma ad un acquisto personalizzato ed esperienziale.

Spazi Temporanei

Temporary Shop - Spazi Temporanei logo centrato

Il primo passo per aprire un temporary store di successo è progettare ogni cosa nel dettaglio avendo chiara la giusta strategia. L’analisi del mercato, la scelta delle location, la richiesta della documentazione necessaria, la selezione di personale altamente formato per poter raggiungere il tuo obiettivo di marketing: tutto deve essere studiato nel minimo dettaglio.

Ma come può un brand gestire tutti questi aspetti internamente? La risposta a questa domanda è semplice e intuitiva: non può.

L’agenzia Spazi Temporanei nasce per supportare un’azienda nella realizzazione di spazi espositivi, con lo scopo di farle raggiungere gli obiettivi di business del proprio brand, qualunque essi siano.

 

 

Related posts

L’evoluzione dei Centri Commerciali

C’era una volta il Centro Commerciale

Consumatori e consumi stanno cambiando. Quali cambiamenti dobbiamo aspettarci per il futuro dei Centri Commerciali?

C’era una…

Read More

Temporary Store e Pop-Up pensati per brand all’avanguardia

Millennials Generazione Z e i brand

Oggi più che mai, le giovani generazioni si distinguono profondamente dalle precedenti.

Rispetto ai più anziani, la Generazione Z…

Read More

Phygital Marketing e retail: perché funziona.

Cos’è il Phygital Marketing?

Phygital è una parola composta da Physical (off line) e Digital (on line): con Phygital Marketing si intendono quelle attività utili…

Read More

Join The Discussion

Search
Price
Amenities
Facilities

Compare listings

Compare
Invia messaggio
1
Possiamo aiutarti?
Salve, vorrei informazioni riguardo i vostri servizi.

Prima video consulenza gratuita per l'affitto di spazi temporanei nei centri commerciali